accedi   |   crea nuovo account

Andremo via

Andremo via.
Come foglie in un autunno macchiato di
Tutto accade come niente
E per niente.

Sarai tu
A dirmi ti amo.
Sarà quel ti amo a dare un senso al senso &
Finalmente.

Fa niente per le valigie,
Per i progetti andati a male
E per quella grande promessa
Vana come ogni dirsi per sempre.

Non lasceremo figli.
Non lasceremo ad altri
Né abbracci da abbracciare
Né poesie da muori dentro & vaffanculo.

Vaffanculo solo tu.
Vaffanculo solo io.

Era questo il patto
D’altro canto.
E un altro canto no,
Proprio non lo volevamo.

L’eredità di un amore
È amore che non ride più.
È buio che diventa buio.
Cielo che perde cielo & tramonti

Senza neanche dire “buh!”.

Il dopo di un amore
È amore oltre il più assoluto malgrado.
È stringhe senza scarpe.
È tempo che non vuole.

E ma ho ancora un bella fila di bottiglie rosse di sera
Da stappare come vita inopportuna.
Ho qualcosa che resiste.
Qualcosa che sa di me,

Nonostante te.
Nonostante me.

E grazie comunque
Per quel ti amo
Sincero e appassionato
Come uno
Che non sa :

Però
Va.

Proprio come me.
Proprio come te.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • mariella mulas il 11/09/2007 12:32
    Ci si risente finalmente!! Ti aspettavo. Mi piace da morire come scrivi, come ti esprimi, come impregni della tua giovane personalità i versi, freschi spontanei, a volte rabbiosi ma specchio della tua anima.
    Complimenti sei in gamba..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0