accedi   |   crea nuovo account

Mia figlia

Marika non ama

sfiora con le dita
la pelle di chi l'ama
e delicatamente la penetra
lentamente esplora
i muscoli tendini e nervi

ed arriva al sangue di chi l'ama
lo naviga fino a trovare
in fondo l'anima di chi l'ama

lì si ferma e la cura
lenisce tutte le sue ferite
con unguenti e lacrime
la culla l'accarezza le parla
per giorni non si risparmia
l'accompagna fuori dal dolore...

... soltanto chi ama sa...
... sente l'ampio respiro...

... altri non possono comprendere...

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 18/12/2015 09:02
    molto bella.. complimenti.
  • Anonimo il 09/07/2013 18:30
    In effetti è difficile compenetrare certe situazioni. Dal di fuori si possono solo apprezzare l'impegno, gli sforzi e il bene di chi sta continuamente a contatto con loro.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0