accedi   |   crea nuovo account

A sera

gli affanni del giorno,
sbiaditi
Il giorno
termina ansante
una lunga corsa forsennata.
Ed ora
voglio rimanere solo
con te.
Che guidi il solitario cammino;
incurante degli inciampi
e delle rovinose cadute.
Sorgera'
la mia ultima alba;
l'arcobaleno
perdera'
i suoi colori.
Quando il mare
risucchiera' le sue onde
e i pescatori
fermeranno
le barche
sulla battigia,
non andro' in giro
a caccia di ristoro.
Voglio solo stare con te
regali sovrumana forza
al barcollante pellegrino.
Sani il barbaro
del suo peccato.
Mai disprezzi
il frutto del tuo creato

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 22/03/2014 01:02
    Una pausa di riflessione ed un dialogo intimistico con noi stessi e con la nostra natura per ricaricarci ed acquistare forza e fiducia nel domani.

1 commenti:

  • stella luce il 13/07/2013 18:48
    ... versi dolcissimi... terminare il giorno con chi ci accoglie

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0