PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Percorso di vita

Avevo uno straccio
di vita
dove l'ho perduta?
L'avevo
presa per mano
accompagnata su
strade dissestate
e con lei avevo viaggiato
lungo i percorsi
accidentati
per poi rifugiarmi
nei siti archeologici
della mente.
All'improvviso
mi sono svegliata
l'ho acciuffata
nel brevissimo
spazio di tempo
destandomi finalmente
dal mio torpore
d'inerzia.

 

4
9 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/07/2013 19:29
    Una riappropriazione salvifica degli originari slanci esistenziali smarriti nei percorsi del tempo.
  • Anonimo il 13/07/2013 14:23
    davvero piacevole... molto ironica!
  • Rocco Michele LETTINI il 13/07/2013 13:37
    SERENO FINE SETTIMANA AUGUSTA...
  • Anonimo il 13/07/2013 13:01
    Sempre occorre tenerla ben stretta a noi la vita, non lasciarcela sfuggire di mano... E soprattutto dall'anima.

9 commenti:

  • Anonimo il 18/08/2013 08:49
    Charles, mi hai fatto ricordare di qualcuno (che preferisco non nominare per correttezza, dato che potrei non tradurre fedelmente il suo pensiero) il quale, proprio qui, su PeR, un giorno disse che nulla nasconde, spesso, così intensa amarezza, tragicità esistenziale come l'ironia!
  • augusta il 18/08/2013 08:19
    charles ti prego lascia stare... tutti abbiamo un nostro punto di vista... ma non è il caso di fare polemica... 1 beso di ammirazione...
  • Anonimo il 17/08/2013 18:46
    Specifico: il primo commento, quello di Chira, mi pare perfetto... non ci si poteva orientare... eh ma andava letto, e chi ne ha voglia!... e poi, scrivere in una recensione... davvero ironica, molto piacevole, solo per avere punti, immagino, non è da vergognarsi. ma quand'è che la smettete, tu frivolous ed altri?... non avete punti perché non partecipate alla vita del sito: ma fate a meno di pubblicare, suvvia. Buona domenica a tutti, per adesso ne ho abbastanza.
  • Anonimo il 17/08/2013 18:42
    Sembrerò polemico, ma come si fa a definire ironica questa poesia... io la sento tragica, una vita riacciuffata sull'orlo della disperazione, parerebbe di leggere, e definirla ironica, scusate tanto, è da grossolani. Ammettiamo pure che sia io a sbagliare... nel dubbio andrei a leggere se è taggata satira e ironia, o no? A me cadono le braccia e il commento serio che volevo fare mi è caduto sui barbagianni... noto animale notturno molto triste. Un saluto.
  • augusta il 17/08/2013 16:58
    si è vero luana il risveglio non esclude la diversità... 1 beso
  • Luana D'Onghia il 17/08/2013 16:53
    Mi domando se l'hai riconosciuta o viceversa. Il risveglio non esclude una diversità.
  • augusta il 15/07/2013 13:22
    vi ringrazio del vostro passaggio... all'incantevole fabrizio... l'amico fri... chira... vera... e non posso dimenticare il mio fan rocco... 1 beso
  • Rocco Michele LETTINI il 13/07/2013 13:36
    FUGACE LA VITA... MA TENERLA BEN STRETTA È SINONIMO DI AMARLA... RIFLESSIVO VERSICOLATO...
  • Anonimo il 13/07/2013 11:49
    Dopo tanto faticare ti stava sfuggendo... forte Augusta, non permetterle più di scappar via! Bella e intensa sintesi di quanto può un doloroso percorso disorientare ma poi... si supera alla grande!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0