username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Grandezza

Alle fanciulle che pensano
di essere fatte di cristallo
di Boemia che risuona tutto
intonato
preferisco quelle fatte
di semplice vetro magari
un po' opaco
un po' sordo.

So leggere i loro rochi accenti.
Come il latte delle Pleiadi
promuovono
illusioni non vane
e amicizia
nella moltitudine di luci
indistinte.

A modo loro sono delle grandi
I loro occhi verdi ghiacciano i boschi
Ma chi ci ripagherà poi dei ricordi
non avuti?
Sono pronto
a restituire al di là del danno
le parole probabilmente perse
e le fantasticherie che non richiedono
troppa perfezione
ma ciò che è veramente grande
è una nuvola che ci nasconde
e dietro cui esiste solo un profondo
sorriso.

 

3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 14/07/2013 10:22
    SEMPLICIMENTE RIFLESSIVA... IL MIO ELOGIO ROBERTO...

4 commenti:

  • Francesca La Torre il 14/07/2013 14:12
  • Anonimo il 14/07/2013 09:54
    sono d'accordo con la karen.è vero
  • karen tognini il 14/07/2013 08:58
    Bellissima Roberto. c'è vetro e vetro... la semplicita' e' sempre premiata...
    La tua poesia e' splendida...
  • karen tognini il 14/07/2013 08:58
    Bellissima Roberta.. c'è vetro e vetro... la semplicita' e' sempre premiata...
    La tua poesia e' splendida...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0