accedi   |   crea nuovo account

Statt a casa

Te ne staje a casa
tant' a te che te ne fotte
é sti guaglioni
che difendono a terra nostra a spada tratta;
iettat dinto a sta casa
a nun fa nu cazz
tant' pe te sti guaglioni so sciem e pazz;
mentre tu, iettato dinto a sta casa e te crir megliu é l'ate
sti guaglioni
abbascio aiutano a sta gente e se fanno e megliu resate.

Statt a casa.

-------------------------------------------------------------------------

Te ne stai a casa,
tanto che te ne fotte
di questi ragazzi
che difendono la nostra terra a spada tratta;
buttati in una casa
a non fare un cazzo
tanto per te questi ragazzi sono scemi e pazzi;
mentre tu, buttato in una casa e ti credi meglio degli altri
questi ragazzi
giù aiutano questa gente e si fanno le meglio risate.

Rimani a casa.

 

l'autore SalvatoreCierro ha riportato queste note sull'opera

Per leggere il napoletano cercate di non pronunciare le vocali finali e rafforzare le ultime consonanti. La mia è una poesia di rabbia contro gli ignavi del mio quartiere.


1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 15/07/2013 20:01
    HAI SOTTOLINEALTO NELLA RABBIA E NEL REALE IL QUOTIDIANO VIVERE DI UN QUARTIERE ORMAI DELLA NOSTRA MALEDUCATA ITALIA...

2 commenti:

  • Nico Posillipo il 16/07/2013 01:54
    bellla immagino quel statt a cas come sinonimo di completo sdegno e rabbia, bisogna combattere per la nostra terra bravo
  • stella luce il 15/07/2013 18:40
    ... E tu scendi e ti fai le tue risate ma soprattutto le porti a gli altri... versi di denuncia di un modo di vivere egoista che bada solo al proprio io... bravo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0