PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dolore

Nelle mie lacrime
frammenti di passato,
delusione del futuro.
Oggi é il mio dolore,
come ombra scura
che non lascia passare la luce.
Il mondo osserva,
sterile, indifferente
la mia solitudine.
Voglia di fuggire
nella stanza dell'anima
dove tutto é scuro,
voglia di tacere
perché ogni parola é inutile.
Dolore,
antica presenza che accompagna i miei giorni,
nel tuo freddo volto
vedo riflesso
il mio volo d'araba fenice.
Mi hai toccato e mi hai reso
migliore!

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 18/07/2013 16:06
    Carissima, piacere di rileggerti innanzitutto. Devo dire che più il mondo è indifferente alla nostra solitudine, più ci dobbiamo convincere che essa è per noi una ricchezza da valorizzare. Il disprezzo della solitudine da parte del mondo è la migliore certificazione del fatto che la mia solitudine può diventare davvero vita, alla faccia di chi ne vorrebbe fare diventare fuoco e fiamme. Ciao.
  • Rocco Michele LETTINI il 18/07/2013 15:42
    MELANCONICAMENTE TOCCANTE... UNA LUCE NELLA CHIUSA FORTEMENTE VOLUTA...

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 18/07/2013 17:12
    quando si è soli par che nulla interessi agli altri, molto bella
  • Maddy il 18/07/2013 16:38
    Un raggio di sole illumina improvvisamente il cielo.
    Bellissima e ispiratrice.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0