PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'Io Amaryllis Minerva

Eccolo il mio Io che sta lì ad augurarti Buonanotte ad alta voce,
evanescente ma fermo,
timoroso eppure colmo di vigore,
sofferente trabocca di gioia nuova.

Illuminato è dal tuo sorriso celato
e le tue labbra di ciliegia raccolgono l'asciutto che permea
i confini della sua anima
stanca in agire per reagire.
La volontà gli è sempre appartenuta come cimelio
Mai avrebbe pensato si potesse colorare di esistenza propria.
La vita non ti aspettava mentre la morte avanzava,
la vita non diceva né dialogava mentre la morte insegnava,
la vita è ritornata quando la morte ha esitato sull'uscio,
la vita si è pentita quando la morte l'ha abbracciata.
La vita ti aspetterà finché la morte desisterà
La vita ti rincorrerà finché la morte smetterà di sussurrarti Amore.

È lì che aleggia e vibra sul tuo corpo di nocciole
E ripensa spesso alle tue non dette parole
E si dice "Pronunciale perché non c'è vincolo che non possa esser spezzato!"
E si ripete "Scandiscile perché non esiste barriera che possa essere sorpassata!"

Il nero che si scorge non è mai stato di proprietà del Cielo
e nella Buonanotte quotidiana che non si ripete
eccolo il mio Io che sa che il velluto nero è tuo.
Tuo per come sai farlo indossare al Cielo che
dietro il tuo corpo di nocciole se ne veste
dietro i tuoi occhi di mandorle se ne vanta
dietro la tua guancia di costellazioni se ne riempie
dietro la tua bocca di ciliegia se ne spoglia.

È lì che brilla e si libra sul tuo cuore di melograno
E medita spesso sui tuoi urlanti silenzi
E si ossessiona "Smuovili perché non c'è mai lucchetto senza chiave sciolto!"
E si convince "Liberali perché non esiste serratura che non possa esser scardinata!"

E sopraggiunge la notte per il tuo nero velluto
mi accarezza beato ma inconsapevole
che il mio Io non intende assopirsi
al risveglio potrebbe l'Amore non ritornar più.

Ed il buono che c'è in me, mi lascia d'incanto attonita
ed il buono che c'è in me, mi lascia d'incanto
ed il buono che c'è in me.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0