accedi   |   crea nuovo account

Il Santuario Del Lago

Lo specchio delle memorie.
Il regno della coscienza
Che alla storia,
Sembra non guardare.

Nel tempio dimenticato
Il tempo non scorreva più.
Le sue pareti,
Edere d'argento.

E poco si sa
Di quelle acque assennate,
conoscitrici della profonda Verità.

Immagini tingono la superficie,
Il destino prende forma,
Ignaro del suo avvenire.

Prega, semplice viandante,
Affinché ricordi
Quello che fosti.

Accogli, la gratitudine,
Del greco fato

Rammenta,
Ciò che sarai.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/07/2013 15:18
    MI VIEN DI OSANNARLA CON LO STILE DEL NOBEL MONTALE...
    TU NON RICORDI IL SANTUARIO DEL LAGO... ORMAI DIMENTICATO... ORMAI NON RESTA CHE RAMMENTAR SOLO IL PASSATO...

2 commenti:

  • stella luce il 23/07/2013 22:34
    i tuoi versi fanno sognare... bravissimo
  • Andrea il 23/07/2013 15:32
    Ispirato dalla reminescenza di Platone.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0