PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I miei amici veri

Il sorriso imperturbabile di un Buddha
l'incomunicabile grazia di una rosa
l'invisibile è l'unica sostanza
il senso

Cos'è, che muove le parole
quali corde ho toccato
nel mio cieco andare
chi sono davvero i miei nemici?
I miei amici veri
si sporcano le mani
con me
si interrogano increduli
tutto ascoltano
a nulla credono
zoppicano, malfermi
ma non smettono mai d'andare

Ed a volte l'ala di un silenzio
pieno
ci fa sentire fratelli

 

0
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/07/2013 08:40
    Bellissima e giusta celebrazione dell'amicizia più vera e sincera. Complimenti.
  • Auro Lezzi il 24/07/2013 05:34
    Ma andassero pure i nemici e sai dove...

2 commenti:

  • ciro giordano il 27/07/2013 11:47
    sui nemici ci sarebbe molto da dire Auro... Diciamo che a volte sono preferibili a falsi amici... si tratta più di un ideale che di vita vissuta, grazie cara Silvia, grazie Nico
  • silvia leuzzi il 23/07/2013 23:06
    Ed a volte l'ala di un silenzio
    pieno
    ci fa sentire fratelli -

    che chiusa Ciro. È la fratellanza di affetti veri e sinceri che non ci fanno mai sentire soli

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0