PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Telefonata

Tu... tu... tu...
pronto,
chi sei tu?
Ma come non senti
la voce
del tuo papà?
Ma signore
io non ho papà!
E già la cicogna
ne le braccia
de mamma
con i pampers
te ha lasciata,
e lo cicogno
è volato
e se n'è fregato!
Piccina mia
dimmi almeno
come stai,
e quale nome hai?
E ricordati
de lo cicogno...
tu... tu... tu...
signore
non ti sento più.

 

0
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 26/07/2013 12:25
    bela canzone commovente ciao don
  • stella luce il 25/07/2013 23:44
    con una bella ironia tratti un argomento molto doloroso, per i padri e per i figli che non sonno di loro... bravo e... lo sai che ti stimo
  • Rocco Michele LETTINI il 25/07/2013 20:58
    Una parodia tutta Tua sulla celebre canzone del Grande Modugno che non manca di sottolineare con diligente costrutto il toccante tema distacco padre-figlio che tanta tristezza lascia lungo il cammino di entrambi... ENCOMIABILE DON...
  • Anonimo il 25/07/2013 20:09
    Una storia come tante... spero che non sia autobiografica, ma realmente ispirata a Modugno!
    Bella Don, ma molto triste.
  • Anonimo il 25/07/2013 14:12
    ... Volevi forse sottolineare il poco tempo che i papà dedicano ai figli, rispetto alle mamme?... Detto da te, uomo, sarebbe davvero un sintomo di spiccata sensibilità... Che del resto in te più volte ho colto.
  • Anonimo il 25/07/2013 14:01
    Indubbiamente originale e molto profonda, abbracciando una miriade di sentimenti. Complimenti!

4 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 25/07/2013 19:24
    Mi fa pensare ad un padre pentito ma che arriva troppo tardi per riconquistare uno spazio nella vita della figlia!
  • Don Pompeo Mongiello il 25/07/2013 16:41
    In risposta. Si ispira a un grandissimo: Domenico Modugno con il suo "Piange il telefono"
  • essen rosa il 25/07/2013 16:37
    .. tu tu tu.. e' caduta la linea
    cerco di leggerla caro amico
    c'e una paternita' negata?
    o il cicogno davvero se n'e fregato?
    mi apri delle domande
    sempre bravo
    essen
  • Anonimo il 25/07/2013 14:05
    Deliziose le immagini, ma, confesso, non ne ho capito il messaggio... Forse perché avrei bisogno di un tempo per riflettere che in questo momento non ho. Magari ci torno su, o m'illumini tu, Don?...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0