username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Preghiera II

Che non sia ripetizione vuota
la mia vita
riempita di scuse
sempre più stanche
oppure un volo
sognato, desiderato
mancato, mai attuato

Il cammino è sulla roccia dura
i piedi fanno male
coperti di piaghe
c'è una strana dolcezza
a voltarsi indietro
ad ogni passo fatto
Non forzare mai nulla
sopportando l'assenza
bastarsi
l'amore, il non amore
il vuoto
che è parte di me

 

3
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 27/07/2013 15:34
    C'è un punto di questa poesia che mi suscita particolare riflessione, è quello in cui lei parla del cammino sulla roccia dura e dei piedi che fanno male. Io credo che in questo sia l'essenza della dolcezza della conquista autentica, quella di cui nessuno ti omaggia e che puoi dunque sentire genuinamente e incrollabilmente come tua. La roccia dura dei giorni e delle loro difficoltà ci scorge forse dubbiosi e timorosi con i piedi disarmati che finiscono per fare male, ma, come ben affermava il filosofo greco Epicuro, ai grandi dolori spesso seguono i più grandi piaceri. Che diventano ancora più grandi e dolci da gustare proprio in quanto siamo riusciti a superare le forche caudine dei dolori da cui siamo dovuti transitare. Cordialità.
  • Anonimo il 27/07/2013 13:18
    Tra le funzioni del passato una non deve assolutamente esser presente e dominarci negativamente: il blocco delle nostre energie vitali. Che i tuoi ricordi belli si traducano sempre in tutto ciò che di buono possono generare!
  • Anonimo il 27/07/2013 11:52
    Il vuoto che riempiamo con i nostri pensieri, siano essi cupi o non. Complimenti.
  • marcello moiso il 27/07/2013 11:20
    Siamo pieni di vuoto, che riempiamo di struggenti memorie.
    Bravo Ciro..

1 commenti:

  • ciro giordano il 28/07/2013 10:16
    d'accordissimo con te cristiano, il problema è che la calma e la riflessione arrivano sempre dopo perchè quando siamo nel vortice non è così semplice... grazie cristiano, grazie MARCELLO, Nico e Vera per le vostre parole

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0