accedi   |   crea nuovo account

Dal guardo uno sguardo su infinito vedere

Dei grandi ho l'età,
le pene e la scarsa fiducia,
non la parola,
quella resta di proprietà altrui.
Di mio ho il sorriso,
ventiquattro denti desueti,
che aspettano lieti
il prossimo turno dal dentista.
Buttiamo di rado la bocca sull'infinito sguardo
di quel che di bello
ci è dato in guardo,
che non abbiamo pagato
e mai posseduto.
Il frinire concitato delle cicale
rammentano l'estate,
favolosa esperienza di una speranza:
disegnata, agognata,
lasciata a far la baldracca
con il prossimo fesso di turno
che crede nel futuro.

 

1
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/07/2013 07:27
    davvero molto bella questa tua poesia, piena di malinconia e falsa speranza, cioè piena di vita... complimenti davvero
  • vincent corbo il 29/07/2013 06:23
    Ogni tua poesia è un'esperienza, come andare al luna park... un giorno ci porti sull'ottovolante, oggi sulle giostre, domani forse nel tunnel dell'orrore... chi lo sa...
  • Anonimo il 28/07/2013 23:17
    Versi egregiamente scritti e con un'ironia molto toccante. Complimenti.
  • ciro giordano il 28/07/2013 23:00
    l'ironia, meglio l'autoironia, al servizio di un canto dolente e disincantato... pur nella sua tristezza si sente un energia vitale che grida dal fondo, quasi soffocata, ma che ancora esiste... un bacione

3 commenti:

  • Alessandro il 29/07/2013 14:27
    Visione amara della speranza, rappresentata come una cinica prostituta sempre pronta a vendersi, illudendo il prossimo. Apprezzatissima.
  • silvia leuzzi il 29/07/2013 09:57
    Uao grazie amici per i vostri simpatici e azzeccatissimi commenti. Ringrazio in particolar modo Vincent che mi ha lasciata felicemente stupita. Grazie, grazie, grazie a tutti voi
  • Antonio Garganese il 29/07/2013 04:51
    Sentimenti contrastanti ma certamente votati ad una positività che mi piace: sorridere sempre, impegnarsi per fare sempre meglio e godersi i piccoli piaceri pur sapendo che non bisogna fidarsi e che l'esperienza porta a non illudersi e quindi non si può restar delusi. Prendere tutto e continuare. Giusto!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0