PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ricordo

Ricordo un viso da rughe disegnato
cotto dall'astro diurno e abbellito da un sorriso beato.

Ricordo mani possenti e dolci come farfalle prese in balletti
da cui partivano delicate carezze e dolci buffetti.

Ricordo una voce roca e profonda
che raccontava di una di una giovinezza rubiconda.

Ricordo un dialetto ormai dimenticato
che esprimeva un amore mai finito.

Ricordo una saggezza contadina e solida
che dichiarava una vita sempre pronta alla sfida.

Ricordo i tuoi ultimi attimi
pacato e sicuro dei tuoi fatti.

Ricordo il dolore mai finito
che mi attanaglia l'anima con un grido spaurito.

Ricordo di te, ma vorrei solo stringerti se passi di qua,
e poterti dire ancora ti voglio bene Papà.

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • carmela russo il 06/07/2008 23:10
    We Mauro ma tu sei grande sai? devo dire che difficilmente mi piacciono le poesie degli alri ma le tue sono sublimie pensa che a me piace il Leopardi
    ciao e on smettere mai
  • Simone Veltroni il 09/03/2008 17:19
    Complimenti.
  • Gabriella Salvatore il 27/10/2007 16:09
    bella la tua poesia su tuo padre, termina come a mia. Dolcissimo e struggente ricordo, le persone che come te, come me hanno vissuto questa esperienza, condividono, rivivono il loro distacco, bravissimo
  • A. Barbara Di Stefano il 29/09/2007 21:24
    I tuoi ricordi sono, ahimè, anche miei.
  • Anonimo il 28/08/2007 13:42
    Veramente una amorevole dedica, mi sono emozionata, forse perchè anche io sento la sua mancanza da sempre e per sempre. Ciao Mauro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0