accedi   |   crea nuovo account

Il preludio della fine

La memoria è in cortocircuito
Soffia impietoso il vento di scirocco
sul mio corpo inaridito
sono nel deserto degli alberi storti
sono nel covo delle iene
strisciano le serpi
danzano i demoni nelle viscere
nulla può fare l’anima mia
spade infuocate sulla mia testa
sangue che non chiede vendetta
scorre nel fiume della morte
ora so di non essere quel che ero
dovrò riconquistare la memoria
ceduta al tempo assassino
forse una nuova vita mi attende
senza angeli e senza demoni

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Antonietta Di Costanzo il 12/10/2007 15:04
    ma si cancelliamo il passato! bella e molto amara..
  • roberto mestrone il 28/08/2007 15:10
    Buono questo pensiero filosofico dai toni accesi.
    Bravo Elio!
    Ro
  • Anonimo il 28/08/2007 13:18
    Ben detto il tempo può divenate assassino, uccide i sogni, uccide i ricordi di chi siamo veramente, solo noi possiamo fermare la sua mano omicida. Bella, ciao Elio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0