accedi   |   crea nuovo account

Leccandoci

Ti sogno fonte
e sorgente pura.
Mani leggere
per carezze di seta umida.
Baci rinfrescanti,
con il tuo alito di brina
ad inumidir le mie labbra.

Così a volo,
dandoci baci di ghiaccio
che si sciolgano lenti.
Mentre li gustiamo
in questa domenica ridente,
dinanzi al nostro mare
al centro dell'estate,
come gioiosamente leccando
due gustosi gelati all'amore!

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 30/07/2013 16:09
    GELATI ALL'AMORE... SOLO DAL TUO CHIOSCO DI DOLCEZZA POTEVANO USCIRE... FANTASTICO COME SEMPRE...
  • Anonimo il 30/07/2013 10:00
    Auro, scusa se questa volta non commento la tua poesia, ma ne traggo solo spunto poetico per applicarlo a questo Sito che di poeti vorrebbe essere, ma in questi giorni non molto poetico è stato. Visto che tu anima di poeta continuamente ci doni e del Sito veterano sei abbastanza, perché non cerchi di collaborare in qualche modo anche tu perché l'aria diventi più respirabile?... Perché altrimenti è tale la contraddizione tra l'atmosfera idilliaca di alcuni testi e il resto, che davvero non si riesce più a scrivere qualcosa di veramente sentito.
    La tua poesia è comunque suggestiva come sempre e... anche molto refrigerante, il che non è davvero dono da poco!

1 commenti:

  • Anonimo il 30/07/2013 15:20
    Quando leggo le tue poesie Aurè, l'aria sembra più respirabile!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0