PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Eternità

Senza Te
non odo più la musica delle sfere più alte

in un perenne movimento scivoli dalle guance alle labbra

sei
lacrima di parola

imperitura ed eterna
accavalli le gambe su quello che hai di più prezioso al mondo

la vita

un arpione di cristallo perfora il volto di chi Ti ama

depositando in fontane di luna il canto degli innamorati

ed io Ti vedrò
immobilizzando la qualità del tempo fra un attimo e l'altro

restaurare l'Amore incatenando il sole ad un onda del mare destinata a non perire più fra braccia di sabbia

 

4
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • francesco contardi il 29/09/2013 17:24
    "un arpione di cristallo perfora il volto di chi Ti ama" L'arpione dell'amore... Quante volte nell'infanzia ho creduto di essermi innamorato o talmente preso da una ragazza dicendo in me "ecco! l'arpione di cristallo ha colpito anche me!". Invece no, mi ha colpito una sola volta, la volta più importante! non ci si innamora un giorno si e l'altro pure! ma lo si capisce più tardi, nella piena maturità! un solo commento per te Vincè:MAESTRO!!!
  • Anonimo il 01/08/2013 15:12
    Versi che cantano l'amo re e che in cantano grandi, piccini, suonatori ambulanti e pifferai dell'ultima ora, sempre pronti a suonare in riva al mare.
    Vincè sei unico!
  • Anonimo il 01/08/2013 13:18
    sei... lacrima di parola... usi espressioni davvero emozionanti e le innesti in poesie stupende... unico e bravissimo
  • Anonimo il 01/08/2013 12:36
    Per incantarmi, di te mi bastano, spesso, anche solo due versi. Ad esempio, gli ultimi due di questa tua di oggi. Bellissimi.
  • Anonimo il 01/08/2013 10:12
    Una lirica ricercata e pregiata nel cantare l'amore eterno e tutto ciò che lo rende tale. COme sempre, versi magistrali. COmplimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 01/08/2013 10:05
    Senza Te
    non odo più la musica
    sei
    lacrima di parola
    imperitura ed eterna...

    ESTRARRE ANCHE "IL POCO" DI COTANTO "ETERNO" VERSEGGIO PER POTER CAPIR QUANT'È SUBLIME IL TUO VERSICOLARE... NON RESTA CHE UNO SCROSCIANTE PLAUSO VINCE'...

4 commenti:

  • Alessandro il 02/08/2013 00:17
    La pace interiore e la consapevolezza dell'eterno attraverso una salda relazione. Piaciuta
  • loretta margherita citarei il 01/08/2013 18:54
    molto bella e struggente, complimenti cap
  • Anonimo il 01/08/2013 13:44
    senza di te... nula ha pi un senso... sentimento forte come sempre espresso egregiamente in riche di poesia...
  • Anonimo il 01/08/2013 12:41
    ... Li ho interpretati così: che il nostro esistere sia luce progressiva e inarrestabile come onde del mare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0