PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il panico l'ho messo in valigia

Gingilli di verde
rovelli ronzanti
di un frinire continuo.
Butto le percezioni
nella spazzatura emotiva.
Conosco il sapore acidulo del dolore
e apprezzo le perle d'amore
e il panico che mi viveva dentro
l'ho messo in valigia,
sarà alla prossima vita.
Ora mi godo l'attimo
perché è già fuggito
e non si può cucinare
quel che non si è vissuto.

 

l'autore silvia leuzzi ha riportato queste note sull'opera

Scritta a Piediluco sul balcone dell'agriturismo che affacciava sulle colline umbre con in lontananza l'azzurro del lago. Un valido momento per apprezzare l'attimo fuggitivo, quel Carpe Diem di catull


2
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 11/08/2013 19:42
    sei emplicemente brava e matura, piaciuta!
  • Anonimo il 03/08/2013 23:34
    Sempre originalissima e molto evocativa: il concetto del carpe diem. Complimenti più che mai.

5 commenti:

  • silvia leuzzi il 10/08/2013 16:12
    Mamma mia Fabio non ho più parole idonee per ringraziarti sono proprio felice che ti piacciano le mie cose... veramente!
  • Fabio Magris il 10/08/2013 14:14
    Non è da tutti prendere una carpa ogni giorno (scusa la battuta ma la colpa è indubbiamente del caldo infernale). Geniale come al solito, dall'inizio alla fine. Sai "pescare" anche le parole giuste mettendole assieme apparentemente in modo semplice semplice, ma questa "semplicità" è "semplicemente straordinaria..."
  • silvia leuzzi il 08/08/2013 16:40
    Che bel commento mi hai fatto Gianni, anzi per l'esattezza, che bel complimento... riuscire ad entrare nell'altrui pensiero facendo sì che la poesia si sperzonalizza e diventa univesale...è la ricerca intensa che perseguo. Grazie infinite
  • Gianni Spadavecchia il 08/08/2013 09:03
    Una bella poesia, in ogni verso si tocca con mano un'emozione astratta, quasi diventasse nostra.
    Piaciuta.
  • silvia leuzzi il 04/08/2013 17:23
    Grazie Nico del tuo apprezzamento, ne sono entusiasta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0