PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io, cercando me

Ora mi alzerò da questo letto,
asciugherò le lacrime
e laverò il volto.
Chissà se questo è il mio vero volto
o solo una maschera che porto!
È una maschera, sì!
L'ho cucita su di me...
e così inganno il mondo!
Ma dentro sto morendo...
quest'anima in tormento
brucerà, tra poco, o pietra diverrà
se non scappo via da questo patimento.
Devo scegliere:
paradiso o inferno...
Sono un'anima dannata...
una maschera cucita...
Ora voglio un vero volto
per buttar via
quello che porto!

 

4
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 04/08/2013 23:35
    Viviamo di carnevale tutti i giorni, stufi della solita giostra che ci devitalizza dal punto di vista delle esperienze che potremmo vivere, degli amori che potrebbero farci crescere. Poi il giorno di carnevale, le maschere ci rappresentano come veri. È il paradosso intrinseco di quando restiamo nella nostra zona di "confort", inglobati in un sistema uniformante e soffocante. E comunque paradiso e inferno sono parte della stessa medaglia.
  • Anonimo il 04/08/2013 17:03
    Tutti, Claudia, abbiamo bisogno, ogni tanto, di "rifarci" questo o quel punto del nostro essere... Per poi riprendere, rinnovati, il cammino. Te lo auguro, fervidamente, ricco di positività e avido di gioia VERA!

2 commenti:

  • stella luce il 08/08/2013 22:21
    Claudia sono versi densi di un dolore profondo e di una continua ricerca... li sento molto molto vicini... bello leggerti qui
  • franco buniotto il 04/08/2013 17:21
    Pirandelliana. ***** Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0