PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Puorteme cu' tte!

Puorteme cu'tte
dinte 'o tiempo
che passa,
addò 'e suonne
addiventano realtà...
Strigneme
forte a'tte,
nun dirmi
niente:
io voglio
bene a' tte,
perdutamente.
Tu si 'o sole
che me' sceta
ogni matina,
tu si 'o respiro
che me' serve
pe' campà,
tu si 'a speranza doce
'e tutta 'a vita,
tu sì l'ammore
che scetàte
me fa sunnà...

TRADUZIONE
Portami con te!

Portami con te
dentro il tempo
che passa,
dove i sogni
diventano realtà...
Stringimi
forte a te,
non dirmi niente:
io voglio bene a te
perdutamente...
Tu sei il sole
che mi sveglia
ogni mattina,
tu sei il respiro
che a me serve
per campare,
sei la speranza
dolce di tutta
la vita,
tu sei l'amore
che da sveglio
mi fa sognare.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • SalvatoreCierro il 13/08/2013 00:00
    a volte mi scoccia un po' vantarmi di essere napoletano, ma siamo avvantaggiati nelle arti, ogni parola nostra è musica, anche se a dire il vero ci sono degli stolti che ne riescono a farne veramente un pessimo uso. In queste parole si intravede l'amore che Napoli ci ha dato e tu come la nostra città sai donare, ciao
  • Raffaele Arena il 04/08/2013 23:41
    Bellissima poesia, di un sentimento che solo un napoletano di cuore può regalare, in un dialetto la cui musicalità è linguaggio universale.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0