accedi   |   crea nuovo account

GERMOGLI

Corre il pensiero
ad antiche carezze,
tra primavere fiorate
e magiche ebbrezze:
tremori di germogli,
alla vita, non ancora avvezzi.

Era semplice il gioco
ed unici i desideri,
non ancora corrotti
da inutili sogni
e sciocchi progetti.

Se si potesse
tornare indietro
per un’unica
lunga giovinezza
e vivere dell’amore
con amore.

Invidio le farfalle
che van di fiore in fiore,
ma son le api
le regine del colore,
le ladre furbe
del miele.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Giorgio Thieme il 30/10/2013 22:41
    Amore, natura e rimpianti sono gli ingredienti che più rendono poetica la poesia.
    Qui c'è tutto
  • Vincenzo amendolara il 20/05/2011 16:53
    armonica e piacevole lettura
  • laura cuppone il 29/08/2007 01:17
    il giovane Amore, inconsapevole e libero..
    farfalla leggera.. di fiore in fiore..
    l'ape è furba, si, ma sa cosa sia il miele.. davvero...

    ogni amore il suo amore
    ogni età le sue ali..
    ciao L
  • celeste il 28/08/2007 22:12
    veramente piacevole- da buon orso c'è da leccarsi le dita.
  • Dorian Gray il 28/08/2007 20:10
    VEramente piacevole... Complimenti!
  • marilena rimpatriato il 28/08/2007 18:37
    bella, a dir poco, musicale. Da leggere e rileggere ancora. Una scoperta!
  • roberto mestrone il 28/08/2007 15:23
    Pensieri di struggente rimpianto; molto sugestivo il finale.
    Bravo Franco!
    Ro
  • Anonimo il 28/08/2007 13:48
    Mai rimpiangere il passato e lui che ci fa arrivare alla consapevolezza chi chi forse siamo stati e di chi vgliamo essere oggi, mi piace molto il verso vivere dell'amore con amore, grande verità. Complimenti e ciao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0