PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'omo-serpe

In uno onirico mondo
l'invidia vista
ho,
senza zampe
lenta strusciava,
e la linguaccia
sol si mordea,
e a la fin
ne lo nulla
fluttuando
svania.

 

0
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/08/2013 16:30
    Meno male che è un sogno dove tutto può accadere. L'invidia però serpeggia abilmente nella realtà quotidiana e non si preoccupa di mordersi la lingua.
    Ciao.
  • Rocco Michele LETTINI il 14/08/2013 14:53
    Una descrizione diligentemente decantata... IL MIO ELOGIO DON
  • Anonimo il 14/08/2013 13:08
    Molto suggestiva questa descrizione dell'invidia. Complimenti.

2 commenti:

  • stella luce il 15/08/2013 15:48
    ops striscia perdona l errore
  • stella luce il 15/08/2013 15:47
    invidia che strizia in silenzio x fare solo male... bravo Don

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0