accedi   |   crea nuovo account

Canto d'estate

Odo il frinire
di cicale,
gioioso canto
d'estate,
sotto l'ombra
di pioppi
che mi ristora
la mente stanca.
Lieve un fruscìo
di desolanti ricordi
invano s'appresta
a guadagnar la scena,
ma una brezza marina
ramazza i pensieri
soffiando il cielo muto.
E ravviva nei miei occhi
quel grappolo di sogni
che credevo perduti...

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/08/2013 15:55
    Elementare, a mio avviso, anche se il fine è buono. Riscatta il percorso la strofa finale che presenta una interessante metafora.
    Buon Ferragosto!
  • Rocco Michele LETTINI il 14/08/2013 15:19
    Un canto che mai morrà... Fantastico nel suo chiaro costrutto...

2 commenti:

  • Anonimo il 14/08/2013 22:42
    una poesia sentita vera e partecipata
  • Anonimo il 14/08/2013 21:24
    Mi piace molto questa poesia che parla di sensazioni che ognuno di noi ha provato

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0