username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Offerta d'amore

Il sole, la luna e le stelle...
si oscurano dinanzi
ai miei occhi velati.

Ai tuoi occhi potrò sembrare
vecchio e debole,
ma la vecchiaia di per sé ...
non esiste.

La vecchiaia è ...
vita a pieno titolo.
È un dono che va vissuto
con gratitudine e come tale,
va trasmesso.

Lo voglio donare a te.

Si!
A te giovane, che il futuro
è un cammino verso l'infinito...
offro la mia vecchiaia.

Perché essa, non è una disgrazia...
ma una grazia,
una ricchezza e non una povertà.

Mi offro a te...
come un ciliegio
da cui prendere in fretta...
i miei frutti.

Mi offro a te...
Come una sequoia
in cui poterti rifugiare e...
osservare il mondo.

Prendi di me,
quel che ti serve.

Ma ricorda!

Il vecchio non si taglia...
perché porta ancora frutto.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 15/08/2013 05:15
    Chi ha maggiore esperienza la offre ai giovani sperando che sappiano apprezzare e afferrare gli insegnamenti. Nello scritto hai parlato di vecchiaia ma tu che c'entri? Buon ferragosto.

11 commenti:

  • giorgio giorgi il 01/05/2014 10:58
    Quando oltre che alla forma si guarda al contenuto ed al tentativo di fare qualcosa di utile per il nostro prossimo.
  • Poesia molto profonda e dal saggio contenuto. Ineccepibile ed elegante anche lo stile. Veramente molto bella! Complimenti! Claudio
  • Anonimo il 03/09/2013 08:23
    emozionante... non dico altro... da rileggere più volte... ciao
  • Mario Bruno (Ciancia) il 25/08/2013 11:38
    (È il mio primo commento).
    Offrire la propria esperienza ai giovani è cosa assai bella.
    Spesso però quando viene offerta non la si accetta subito ma
    quando è troppo tardi.
    Una poesia la tua che ho apprezzato molto.
  • Caterina Russotti il 21/08/2013 23:44
    Caro Fabio,
    Ho compreso bene quel che mi hai scritto e in parte è vero.. alcuni anziani sono capricciosi e qualche volta egocentrici ed egoisti.. Ma tendenzialmente chi è così da anziano, lo era anche da giovane. Rispetto a qualche hanno fa, gli anziani di oggi, tendono a voler essere utili e si rendono disponibili.. Soprattutto nell'accudire gli eventuali nipotini... Certo non si può fare di un erba.. un fascio. Comunque grazie del tuo sorriso...è sempre ben accetto.
  • Fabio Mancini il 21/08/2013 11:53
    L'anzianità non è sinonimo di saggezza, ma è pur vero che gli anziani devono essere amati e rispettati al di là del loro percorso umano. Chi abbandona un anziano, probabilmente abbandona qualsiasi cosa: il proprio passato, un amore sincero, un cane affettuoso. L'indifferenza è il sentimento peggiore! Tuttavia ci sono anziani che sono difficili da gestire: controversi, capricciosi, aggressivi, intolleranti e via dicendo. Da dove escono tanti e tali difetti? Sicuramente dallo sblocco dei freni inebitori, elemento comune a tante malattie senili, ma anche ad una cattiva gestione dei propri sentimenti. Per questo nella vita bisognerebbe sempre educarsi al di là del ruolo familiare o professionale che si ricopre. Della tua dedica mi rimane difficile credere che un anziano desideri donare qualcosa di sé, visto che recriminano e brontolano sempre qualcosa, mentre poche volte affrontano la vita con il sorriso consapevoli della loro forte fragilità. Spesso legati alle cose terrene, pochi pensano alla vita come un pellegrinaggio che li porteranno nello spirito verso la Gerusalemme del Cielo. Ma come sappiamo: come si vive, altrettanto si muore! Un sorriso gentile, Fabio.
  • Anonimo il 20/08/2013 11:08
    ... raccogliere con una stretta di mano esperienze di vita e donarle ad una poesia! Meravigliosa!
  • Anonimo il 19/08/2013 21:00
    meravigliosa ed intensa lirica a quella ricchezza inestimabile che ci lascia orme da calpestare, ignari e stupiti da quale grande dono ci lascia, scritta con la delicatezza e passione di chi ha la consapevolezza di cosa sia la vita oltre il sudario della sofferenza leggendo sempre quel sorriso di gioia di chi sa!
    emozionante...
  • Vincenzo Capitanucci il 17/08/2013 16:34
    Molto bella Caterina.. prestare la Tua voce ad una persona anziana... ed ascoltarlo... mentre t'invita a raccogliere le Sue esperienze.. in fretta... e di prendere rifugio nei suoi occhi per vedere il mondo...
  • Don Pompeo Mongiello il 17/08/2013 11:01
    Un plauso dovuto e sincero per questa tua straordinaria davvero!
  • Caterina Russotti il 15/08/2013 14:08
    Vero.. io non sono vecchia, ma con il mio lavoro ho contatto con tanti anziani. Non ho la loro esperienza.. io devo ancora maturarla. Ma come ti ho detto.. il mio contatto con gli
    anziani..., mi permette di parlare con loro, oppure di vedere come spesso vengono trattati come persone inutili e lasciati soli. Non bisogna essere vecchi per poter dire che gli anziani sono ricchi di esperienze e saggezze da trasmettere. Vedo il loro orgoglio, la voglia di vivere che hanno dentro. Cercano solo qualcuno capace di credere in loro. Ecco questo è quello che mi esprimono ogni qualvolta vengono in ambulatorio per delle visite. Ed io ho voluto solo dire in queste parole quanto sia importante non lasciarlo soli. Buon ferragosto anche a te.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0