PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Anima

Anima ferita
nel vortice
senza tempo

nè spazio.
Di natura,
come impazzita

sciolta in rivoli
avvelenati
che abbevera

uomini inconsapevoli
ma responsabilmente
complici, deragliati

dalla deriva di Gaia.
Tu animae che nutrivi
il nostro essere

e ci permettevi
di vivere il sogno...
ora stai volteggiando altrove

che non si spiega altrimenti
questa continua sofferenza
la presenza dalla notte dei tempi

di esseri malvagi imperanti,
che ci hanno resi schiavi,
abbrutiti, belve indefinite.

 

0
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 17/08/2013 11:07
    Terzine che s'intersecano e fondono in una unica eccellente poesia.
  • Rocco Michele LETTINI il 16/08/2013 06:08
    Anima penante alla ricerca d'altro "astratto" gratificante in un profondo versicolato...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0