accedi   |   crea nuovo account

Tormento

Giornate uguali senza emozioni,
solo silenzio e solitudine.
Ti senti sola ma non puoi far niente
chi ti sta intorno è indifferente.
Si, splende il sole ed è tutto in fiore,
ma nel tuo cuore manca l'amore.
Ti senti stanca vuota ed inutile
mentre la vita imperturbabile scorre
e passano i giorni.
Adesso è notte e questo silenzio non riesce a
calmare il mio tormento.

 

2
7 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/08/2013 17:10
    Signora Pico e Pallo, mi hai fatto venire in mente il tormento e l'estasi... chissà, forse qualche godimento ci si prova a soffrire?
    E dai su, non faccio in tempo ad entrare che vi trovo tutti ammusati?
    Torno a dormire in ferie.
  • Rocco Michele LETTINI il 16/08/2013 13:39
    Il tormento de la vecchiaia in un versicolare forgiato ne l'eloquenza... Lodevole sequela...
  • Andrea Pezzotta il 16/08/2013 12:13
    Il mondo e la sua collezione di colori, spenti da un grande tormento interiore, ho apprezzato moltissimo questa poesia

7 commenti:

  • Anonimo il 05/09/2013 08:16
    sai, ti capisco, certe volte il silenzio urla più di mille voci... bellissima
  • stella luce il 22/08/2013 20:28
    un tormento che arriva con la notte... versi che sento vicini e vivi... il tempo passa ed il tormento resta... ma poi arriva il giorno e forse si dovrebbe rincorrere di più il sole anche se timido e lontano...
  • Fabio Mancini il 16/08/2013 20:54
    Dolce sorriso, sei tu? Mi fa piacere rileggerti. Mi sei mancata. Poesia triste, ma egualmente bella. Un sorriso gentile, Fabio.
  • loretta margherita citarei il 16/08/2013 17:59
    bella poesia, profonda è la solitudine del cuore, ciao dolcissima
  • Anonimo il 16/08/2013 12:48
    la notte amplifica i nostri tormenti, specie se restiamo ancorate alle situazioni. condivisibile
  • Anonimo il 16/08/2013 12:26
    Molto bella questa lirica sulla malinconia che non ci fa apprezzare i capolavori di Madre Natura. Complimenti.
  • Anonimo il 16/08/2013 11:00
    si. quando la natura si dispiega in un 'esplosione di colori e profumi e dentro di noi c'è la tristezza, ci fa rabbia, non condividere tanta abbondanza. E magari vorremo l'inverno dove più , si confonde la malinconia. In un animo ingrigito dalla tristezza che si perde nelle nuvole, nel freddo e nella nebbia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0