PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Apparenza

Lu barbun
ne le vesti
lacero,
ne la grande città,
senza meta
andava,
ne lo parco
de Sempione
detto,
in quel de Milan,
pe' chi
nu lo sapesse,
na studentessa ex:
- Seor prufessor?
- Si!
E n'abbrazz
subito fuit.

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • loretta margherita citarei il 18/08/2013 15:36
    l'abito non fa il monaco, piaciuta
  • Anonimo il 18/08/2013 13:36
    Che bella scena, ricca di ricchezza autentica! Quella che tante persone ingiustamente disprezzate con tanta dignità nascondono. (Un giorno, però, mi devi spiegare, Don, l'origine del tuo linguaggio così particolare... Chissà quale ignoranza mia il non saperlo nasconde!)
  • Anonimo il 18/08/2013 12:52
    Commovente lirica sulla questione del pregiudizio, su come l'apparenza sia sempre una considerazione superficiale. Complimenti più che mai.

1 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 18/08/2013 16:54
    Posso dirlo subito, ho girato l'Italia in lungo e largo, cercando di sentirne gli odori e i dialetti, e ho anche avuto fortuna, e cerco di imitarli, senza niente pretendere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0