accedi   |   crea nuovo account

Un vecchio pendolo di mogano intarsiato

Rivedo oggi nel tempo un luogo antico
del passato e al ricordo caro familiare:
un solo muro di quella casa dell'infanzia
mia e dolce nido: rossi mattoni pien di crepe
e ancor d'amore bianche sbiadite scritte
e quell'evviva a Gino del Tour vincitore,
dall'opposto lato una grigia parete stinta
sol rettangoli biancastri occhi muti lì in risalto
cosa mi ricordan penso di quel tempo andato?
cerco e un forte ricorso forte pongo alla memoria
fruga dico trova indaga presto dimmi suggerisci
ma invano: unico punto ecco un chiodo rosso
ferrigno lì, sì sopra l'ore batteva della fanciullezza
mia perduta un vecchio pendolo di mogano intarsiato,
ore diverse segna oggi al polso d'acciaio un orologio.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 19/08/2013 10:14
    Un intarsio di versi meravigliosamente lasciato... Uno scorrere del passato che ridà vecchie gioie ormai assenti...

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 19/08/2013 09:20
    un caro famigliare mi ricorda una casa d'infanzia..

    bellissima Giuseppe... fruga... dico... trova indaga.. nel cuore di quell'antico pendolo di mogano intarsiato... lontano da quel polso d'acciaio...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0