username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

dal giorno alla notte

Un bagliore in mezzo alla
foschia s’appiglia ed un angelo
a cui vengono tarpate le ali…

un viso pulito e semplice dal quale
cela lacrime invisibili che distruggono
l’animo tagliando a pezzi ove
è impossibile specchiarsi..

non volare verso l’infinito
non raggiungere la luna
toccare solo con un dito la
tua stella per poi scivolare in
un mondo che luce non vede

ed è un continuo morire
una salita rapida, pendente
ove non si distingue il giorno
dalla notte….
Ma si aleggia in una dimensione di
espiazione senza mai arrivare….

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 14/10/2009 16:33
    angeli ali lacrime luna stella volare infinito
    urca, era il pozzo delle parole per le poesie.
    Ci sono pozzi di parle per tutti e per tutto. HAi attinto da quello più vicino.
  • Anonimo il 14/10/2009 16:32
    angeli ali lacrime luna stella volare infinito
    urca, era il pozzo delle parole per le poesie.
    Ci sono pozzi di parle per tutti e per tutto. HAi atinto da quello più vicino.
  • augusto villa il 24/09/2009 18:58
    È la sensazione che sto vivendo in questo periodo...
    Bellissima poesia.
  • Donato Delfin8 il 11/12/2008 22:06
    Triste! Bella grazie
  • Ivan Bui il 04/02/2008 21:02
    Elegante malinconia, ma continua a volare... la luna non importa toccarla, basta ammirarla in una notte piena di sorrisi. Brava.
  • Diana Moretti il 09/09/2007 17:29
    Paesaggi notturni, angeli e lacrime che rimandano ad uno stato d'animo di profonda insoddisfazione e sorda rassegnazione.. sottilmente malinconica. Piaciuta. Dia
  • sara rota il 01/09/2007 15:04
    Mi sa di angoscia... quel tuo voler toccare senza riuscirvi... quel tuo volare senza raggiungere la luna...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0