PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il coltello

Testa al muro
un coltello affilato colpì il legno
del leggio che lì era appeso,
finestra su ogni libro
e invito al richiamo
Fu allora che persi conoscenza
e guadagnai me stesso
e sull'acciaio il viso
trovò carezza e sostegno
e una ferita dal dolore sacro

 

4
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 02/10/2013 12:34
    Descrizione magnifica, seppur io di sicuro al posto de lo disgraziato esser non vorrei.
  • Vincenzo Capitanucci il 30/09/2013 13:46
    una profonda incisione... che divenne luminosa carezza...
    Bellissima Nicola... quando non ebbi più via d'uscita.. capii che ogni libro è una finestra... ed un invito ad essere...
    perdere conoscenza per guadagnar sé stesso è il colmo... ma è così... come quando nel sonno si va alla fonte...

4 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 14/09/2013 18:43
    L'ermetismo letterario ha i suoi canoni e il suo gusto, sta a noi scoprire il piacere di quest'ultimo. Mi sembra che questi versi siano stati ispirati da un torto inaspettato ricevuto dal poeta. La teta al muro non gli ha permesso di assistere al lancio del coltello, ma ne ha sentito conficcarsi la punta nel legno; forse un richiamo forte e pesante, forse mal gradito, ma poi utile, tanto da trovarne "carezza e sostegno". Una lezione di vita insomma, dura ma utile. Bravo.
  • augusto villa il 02/09/2013 23:27
    Potrei interpretarla in diversi modi... ed è bella anche per questo motivo...
    Complimenti!
  • laura cuppone il 25/08/2013 19:27
    uno sfregio che risveglia... e fa zampillare arte...
    intaglio perfetto...
    lau
  • Anonimo il 19/08/2013 21:13
    senza dubbio ermetica, quindi indossabile su misura, versi aperti alle fantasie del lettore, piacevole al pensiero di mente aperta, con un guizzo passi dal sacro al profano, rumori arricchiscono la tua ode... mi piace!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0