PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Avidità

Quanta forza ha la bellezza
di donna
o d'anima che parte lieta
tra dolci promesse
accettate come serpi aguzze
di un fachiro
nella foresta

Fa la sua bella figura
la serenissima luce
nella notte
ma rimirare
l'acqua più profonda
è la vera illusione
che rende i sentieri diversi
e nega il desiderio
a chi troppo vuole

E l'avidità diviene
questo cantare
grandi e semplici cose
che lasciano il mondo stremato.

 

4
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/08/2013 10:45
    Eh quanto incanta la beltate di una donna...
    Eh quanto è vero il decanto a Lei dedicato...
    SUBLIME COME SEMPRE ROBERTO...
  • Vincenzo Capitanucci il 23/08/2013 10:40
    Bellissima Roberto... la bellezza di una Donna... o quella dell'anima... che per me sono equivalenti... per lo sprigionarsi dell'ente... sono dolci promesse.. che noi accettiamo come serpi o come letto di chiodi... e l'avidità.. che in un primo momento ci ha mossi.. diventa canto... di grandi e piccole cose... ed in questo mondo stremato... malgrado sensazioni di nausea e vertigini... remo... come un re... morto...

1 commenti:

  • stella luce il 27/08/2013 13:55
    una bellezza solo esteriore che divine pura illusione nel suo interno... e l'avidità dell'apparire rende il mondo primo di versi versi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0