PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Se mai c'è una vita

Si, c'è un viottolo anche per me
dove scegliere una goccia di rugiada,
l'ultima lacrima, ultima mia,
lacrima sola di un solitario pianto,
l'abitudine di un freddo mattino,
che smorza i colori di un orto
dai fiori dipinti su una tela di terra,
erosa dalla natura stessa, morta
io voglio, io cerco, io sogno,
la mia vita fertile, felice,
attraverso lei piccola lacrima,
stilla del mio sangue e della mia sostanza,
così il sapersi sconfitto,
darà forza ai grigi colori della mia vittoria,
osando cercare in quello che
gli occhi della mia anima
hanno provato a perdere
per non cedere alla vita.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Rosarita De Martino il 31/03/2016 19:57
    La tua poesia esprime un pensiero profondo e indica la capacità di trovare un viottolo per proseguire la propria strada, anche se in salita. In questo sarebbe auspicabile trovare il "bastone della fede". Con simpatia. Rosarita

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0