PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Lo spaventapasseri

Eccoti lì
immobile e silenzioso
avvallato da un sentimento vuoto
impagliato a braccia aperte
sulla croce
proprio come Nostro Signore.
Gridi senza voce,
in un muto silenzio
senza comprensione
nel vedere tante volte
sorgere e morire il sole.
Fermo esterrefatto resti lì
rassegnato nella tua sorte
su d'un campo d'orzo
mentre il tempo arriva agitato
con pioggia e vento
dove non risparmierà il raccolto...
poco importa al mondo
il lavoro di un semplice fantoccio.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • LIAN99 il 29/08/2013 21:22
    Molto apprezzata questa poesia che tratta in modo personale ed efficace di un tema originale.