PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Una preghiera per me

Penso spesso a quando lascerò questo mondo e il mio abito mortale verrà deposto dentro un'urna.
Che tristezza! - Penserà qualcuno.
Della morte e della sofferenza non ho paura, ne ho il rispetto.
Temo il giudizio di Dio e la sua condanna!
Già, perché i miei peccati sono tanti, a cadenza quotidiana. E non esiste cura. Non si può non peccare finché si ha un corpo da nutrire, da vestire e da curare.
E il cuore? Anche il cuore va nutrito con tenerezza, va vestito con i sogni più belli e va curato con la compassione ed il perdono.
Davanti a tanti e tali bisogni come non essere egoisti o egocentrici? Rimetto nelle mani di Dio i miei timori, le mie paure, le mie incertezze.
Se un giorno dovessi perdere la lucidità, chi mi potrà comprendere? Chi giustificherà la mia sofferenza e il mio dolore? A Te che sei Onnipotente, affido la mia Anima alla Tua Misericordia.
Amen!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Fabio Mancini il 02/09/2013 07:46
    Grazie a voi per il gradimento offerto e per la costanza con cui leggete le mie pubblicazioni. Buona giornata, Fabio.
  • Caterina Russotti il 31/08/2013 22:25
    Bellissima preghiera. La morte, conclusione di un percorso di vita. A Te che sei onnipotente affido la mia anima... I miei sinceri complimenti per questa preghiera
  • Dolce Sorriso il 31/08/2013 21:39
    semplicemente... wow...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0