accedi   |   crea nuovo account

Sono

Sono il fortunale
consorte di vestigia
riassunto all'inevitabile di un grido.
Ignota e selvaggia

Sono la crepa e la frattura
della magia di suggestione
che si specchia in altri incanti
a dichiararsi loro


Sono la fenditura esposta e detonante
nelle occhiate del levar del sole.

Sono l'ozio e la pace
cercato tra le braci dell'imbrunire

Sono fiato e sospiro battente
e palpito di cuore all'udito



Sono parola e dita
e il passo
che si congiunge all'anima
e al suo fato per prossima meta

Sono qui e ora
in un calco d'un bacio
escludendo i motivi

 

l'autore Giulia Aurora ha riportato queste note sull'opera

avevano detto che il passato condiziona il futuro, ma non mi avevano detto che vale anche il contrario: il futuro riscrive il passato, come l'ultima pagina di un romanzo trasfigura tutto quello che è


0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0