PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Vita tra le mani

Il sole caldo dell'estate
brilla tra le membra agresti.
Madre è la terra che sospira
al gemito del figlio
così d'accarezzar le zolle
affinché l'erba selvaggia
non metta radici.
Il campo arde di grano
e ride tra le mani
del bimbo che gioca
di meraviglia stupito
al cospetto dell'umile spiga
che ancor il mondo sfama
e di fronte al Divino
ancor s'inchina.
Il gorgheggio del pargolo
è miracolo di vita
la freschezza dell'innocenza
è l'acqua della fonte
che disseta infiniti spazi
e rimanda l'eco del fragore
dalla notte dei tempi.
Il bimbo dal boccolo d'oro
nella vastità dell'immenso
non sa d'aver creato
tra le sue mani
un seme d'amore
per la terra che geme.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/09/2013 14:56
    Melliflua ma non troppo questa elegia della natura e della vita che continua a rigenerarsi. Uno stile personale d'eleganza bucolica.

2 commenti:

  • Anonimo il 02/09/2013 12:55
    semplicenemte bellissima, complimenti davvero... stile piacevole e particolare
  • Caterina Russotti il 01/09/2013 10:27
    Bellissima poesia ricca di sentimenti, con versi mirabili. Nel leggerla... mi sembrava di essere lì assieme al bimbo a correre in mezzo al grano. Complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0