accedi   |   crea nuovo account

Un giorno che non verrà mai più

Era un freddo giorno d'inverno,
nuvole basse e grigie coprivano il cielo...
tutti noi aspettavamo che da lassù cadesse la neve
candida come solo lei è.

Volevamo vederla in tutta la sua bellezza,
volevamo vederla in tutta la sua purezza,
volevamo vederla in tutta la sua grandezza.

Volevamo vederla addobbare come solo lei sa,
volevamo vederla donare gioia come solo lei da,
volevamo vederla unirci come solo lei fa.

Ma lei quel giorno non arrivò ...
perché uno squarcio di luce s'aprì nel cielo
e comparve una bianca cicogna
che leggiadra scese qui tra noi...

Portava con se,
una piccola e innocente nuova vita...
un orgoglio per i suoi genitori,
un'immensa gioia per i suoi futuri amici,
un uragano che ti travolge e ti attiva,
un qualcosa che a parole non si sa descrivere...

Volevamo vedere la neve venir giù ...
Invece sei arrivata tu...
Peccato che un altro 17-12-1984 non verrà mai più...

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • salvatore maurici il 17/10/2013 17:58
    Una serata d'inverno una serata d'inverno come tante altre; di neve e di freddo ne sarebbero trascorse altre ma qualcosa succede, all'improvviso, la folgore del cielo capace di illuminare per un attimo, capace di dare gioia infinita, il futuro: La Vita che rinnova il mondo.

1 commenti:

  • silvana capelli il 06/12/2014 10:40
    bella davvero! (Volevamo vedere la neve venir giù invece sei arrivata tu!) che cosa vuoi di più? forse anche la neve... sarebbe proprio bello.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0