accedi   |   crea nuovo account

Pian piano l'Estate

La mano mi sfiora di gocce la pelle
il sole pian piano sparisce e si spegne
nuvole dense ritornano grevi
coprendo di grigio l’azzurro del cielo.

Giorni lucenti spariti e dispersi
alberi verdi ripieni di gioia
colta tra foglie ormai scadute
tra i rami allargati da mani spogliati.

Cambia visione il percorso avanzando
la terra prepara l’umile corsa
di nuovo il rinascere a nuova vita
dura e perenne la sua grande sfida.

Segnali di pioggia mi scrivono il viso
si tinge bagnato il foglio del cielo
ventosi richiami s’infiltrano dentro
sbattendo la porta in faccia sul tempo.

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 06/05/2012 18:49
    splendida poesia complimenti silvia

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0