accedi   |   crea nuovo account

La stagione della caccia

Guardare la natura
osservare una goccia di rugiada
il profumo dei fiori
nell'aria mattutina.

C'è invece chi prenderà la mira
con calma ed assoluta precisione
spara, colpisce e manda avanti un cane

non lo fa per mangiare, non ne avrà bisogno
sentirsi il re di un giorno ma senza un regno.

 

4
6 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/09/2013 17:35
    Stamattina, appena sveglia, ho sentito i spari (vivo in campagna).
    È iniziata la caccia... sparano anche i poveri uccellini, non per fame ovviamente, ma per "sentirsi il re di un giorno".
    Che tristezza... continuo a sentire i spari dalla finestra.

    Molto bella, sentita e condivisa Antò.
  • Anonimo il 01/09/2013 17:32
    Sono contro la caccia, in particolare quella intesa come sport. Sono con te Antò!
  • Anonimo il 01/09/2013 12:19
    Condivido questi tuoi versi che danno una giusta definizione di quella che è la caccia esaltata erroneamente a sport. Da vegano poi aggiungo che metto sullo stesso piano certe tecniche di allevamento di bestiame, che nulla hanno a che fare con il soddisfare dei bisogni primari di noi umani. COmplimenti.
  • silvia leuzzi il 01/09/2013 11:15
    Una significativa considerazione sulla caccia, considerato erroneamente uno sport... antichissima pratica al pari della pesca che ci lega ad un tempo in cui la nostra sopravvivenza dipendeva unicamente da questa abilità. Oggi in verità è una violenza in più che pratichiamo a questo povero mondo... un paradiso che nelle nostre mani è diventato un inferno. Caro amico queste tue parole aprono un'infinità di discussioni e di pensieri. La chiusa è comunque molto intensa e pur rimanendo nel tuo stile di verso delicato, esprime tutta l'amara costatazione della stupidità umana. Complimenti
  • LIAN99 il 01/09/2013 10:47
    Bella ed essenziale questa poesia che mette in risalto la crudeltà e l'assurdità della pratica della caccia, quando sia fuori dalla logica della lotta per la soravvivenza.

6 commenti:

  • laura il 11/09/2013 16:34
    Io non amo chi pratica la caccia per hobby, non ritengo normale uccidere un povero animale per il gusto di farlo! in questa poesia metti in risalto quale la bellezza della natura e dei i abitanti e mi piace la chiusura... il re senza regno... hai proprio ragione Antonio! un saluto
  • stella luce il 07/09/2013 18:07
    conosci già il mio pensiero... la caccia come oggi viene svolta non ha alcun senso... il resto lo sai... ciaooo
  • Anonimo il 03/09/2013 17:55
    sfondi una porta aperta... sono con te contro la caccia, ma cosa proveranno poi... non riesco a capire...
  • loretta margherita citarei il 01/09/2013 18:54
    pensiero condiviso, bravo poeta
  • Caterina Russotti il 01/09/2013 10:00
    Sentimento che condivido, in quanto non "capisco" la caccia..
  • karen tognini il 01/09/2013 09:25
    Significativa...
    Per i boschi sarebbe cosi' bello andar per funghi!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0