PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Domenica mattina

Ti giri,
mi vedi e mi osservi,
celatamente diprezzando
il mio essere strambo
al ritorno dai bagordi del sabato notte
Tu con la Sambuca in una mano
e con l'altra stretta al video poker
avida di vincita,
quando il sole non è ancora sorto.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Caterina Russotti il 03/09/2013 20:31
    Giudicare... Senza guardare se stessi in primis... La vita è fatta anche di queste persone, che si sentono perfette. Bella poesia... Riflessiva.