PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vespro settembrino

nel vespro settembrino
tende l'anima mia
alle alte vette, alle cose belle
come lieve, bianca farfalla
nel cielo s'invola.

Ha urgenza di Dio
d'infinito...

desiderosa di purezza
sente che è in alto
l'invito ad amare

e che prezioso sarà il pianto
per un lucente tremolar
di stelle.

Attimi deliziosi turbati
improvvisamente...

settembre ride
con la sanguigna bocca
della melagrano

il caldo umidore
dal letto di fieno
riaccende il ricordo
di consumati amplessi

l'eccitante profumo
del mosto
incita la mente
a piccanti desideri.

Ogni pensiero tramuta,
s'inebria,
s'eccita,
s'intorbida
e rabbioso
lo spasimo dei sensi mi prende.

 

6
7 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ezio Grieco il 04/09/2013 11:33
    ... si, è vero; odori e profumi riportano alla mente i tempi passati, e tu li hai descritti bene in questa splendida lirico.
    bacione Lory
  • Antonio Garganese il 04/09/2013 08:08
    Descrizione precisa e attenta del paesaggio settembrino ti suscita bei ricordi e nuove eccitazioni. Dalla carta alla vita, te lo auguro. Buon giorno poetessa.
  • Rocco Michele LETTINI il 04/09/2013 06:26
    UN EFFLUVIO DI SENTIMENTI ALLA RICERCA d'infinito...
    "desiderosa di purezza sente che è in alto l'invito ad amare": LUMINOSA PERLA CHE BRILLA NELLO SCRIGNO DELLO CUORE...
    GRANDE, GRANDE, GRANDE VERSEGGIO E SUBLIME LORY...
    SERENA GIORNATA

7 commenti:

  • augusto villa il 09/09/2013 12:57
    Bella... mi piace per come inizia... e per come, nelle ultime quattro strofe... la passionalità, la sensualità emergono sempre più... fino ad esplodere negli ultimi due versi.
    Complimenti Loretta! ----
  • Fabio Mancini il 05/09/2013 19:13
    Anch'io sento il bisogno di Dio e d'infinito. I sensi possono aspettare. . . il Paradiso no! Ah! Ah! Ah! Scherzo sul tuo bisogno di sentirti amata e posseduta, ma è anche vero che possiedi una grande Anima. Anche tu farai il digiuno sabato per la pace? Mi auguro di sì! Un sorriso gentile, Fabio.
  • francesco scolaro il 04/09/2013 17:34
    Quando il sole declina, l'anima s'invola e si fa leggera ed i desideri esplodono in un amplesso di piaceri. Bellissima
  • Anonimo il 04/09/2013 16:49
    Dai primi versi ti riconosco subito LOr!
    Sai descrivere bene ogni cosa con maestria...
    Mitica LOr! Molto bella!
  • Caterina Russotti il 04/09/2013 11:44
    Meraviglioso questo tuo vespro settembrino.. Dalla poesia tenera delle farfalle all'amore passionale...
  • Vincenzo Capitanucci il 04/09/2013 10:14
    un vespro conteso... fra estate e inverno... fra sacro e profano...

    Molto bella L'Or... il fieno... il vino... i sensi...
  • Anonimo il 04/09/2013 06:11
    Eh amica mia, gli spasimi settembrini so tosti... pensi e ripensi e continui a pensare e se vuoi vai a godere dell'ultimo mare... di ricordi.
    Grande Lor sempre brava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0