accedi   |   crea nuovo account

Semina

"Vecchio" contadino...

Lavori ogni giorno
con amore ed impegno,
nascondendo agli occhi dello stolto
tesori immensi.

Per anni...
vanghi la terra e la semini,
come farebbe la mamma
con il suo piccino.

Stanco ed orgoglioso
ne raccogli i frutti...
come se fossero perle rare
racchiuse in una conchiglia.

"Vecchio" contadino...

Lunghe e vistose rughe
disegnano il tuo volto
segnato dal sole e dal tempo.

Passano le stagioni...

Sfinito all'imbrunire,
adagi la tua stanca schiena sul letto,
fiero di possedere
il tesoro più grande
di questo mondo...

La Terra.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/09/2013 19:24
    I versi di questa poesia sono immagini che si aprono in maniera sublime su uno scenario rurale così veritiero che le parole si trasformano diventando pennellate di un quadro pitturato con amore ed emozione!!!!
  • francesco scolaro il 06/09/2013 09:43
    Poesia dal sapore agreste dove l'Autrice si cimenta con versi che esaltano la vita del contadino che con cura e dovizia coltiva amorevolmente la sua terra fonte primaria per i bisogni di sopravvivenza dell'umanità. I versi scorrono leggeri e fluidi e si fanno assaporare anche per la loro colta semplicità.
  • Auro Lezzi il 06/09/2013 08:19
    Meravigliosa dedica alla terra... Maestra di vita e damore... Sei una fantastica coltivatrice di versi cara Caterina.
  • Rocco Michele LETTINI il 06/09/2013 07:36
    Apprezzo "lo vecchio contadino"... quanto prima in estinzione...
    Chissà come nasceranno i fritti della terra?
    APPREZZATO VERSEGGIO DILIGENTEMENTE FORGIATO SERENA GIORNATA CATERINA

11 commenti:

  • Anonimo il 08/11/2013 10:30
    si deve apprezzare il duro lavoro della terra come si appezzano i bei versi
  • Dolce Sorriso il 06/09/2013 20:46
    brava Caterina, una poesia molto apprezzata come scritto e contenuto.
  • Anonimo il 06/09/2013 17:42
    Bellissima poesia, scritta con sentimento, dedicata al Contadino e al grande Tesoro che è la terra.
    Complimenti Caterina.
  • pasquale radatti il 06/09/2013 16:28
    I tuoi versi disegano alla perfezione la figura del contadino, mestiere oggi in estinzione. Complimenti
  • Anonimo il 06/09/2013 13:55
    Della terra dovremmo esserne tutti utenti e custodi. Invece siamo spesso cinici manipolatori di essa, senza pensare che da essa trae origine la nostra esistenza vitale.
    Questo l'avevano ben compreso i vecchi! Molto bella.
  • Anonimo il 06/09/2013 10:29
    Una lirica davvero sublime, fatta di versi che descrivono la campagna ed il duro lavoro del contadino come una metafora della vita. Complimenti.
  • Antonio Garganese il 06/09/2013 08:26
    La vera ricchezza sta nella terra e sono rimasti in pochi quelli che lo ricordano. Forse perché si fa troppa fatica... Bella poesia, hai fatto bene a scriverla.
  • Caterina Russotti il 06/09/2013 07:40
    Si vero Rocco... Siam proprio fritti.. Dovremo ognun di noi, coltivarne uno personale
  • Anonimo il 06/09/2013 07:39
    curare la terra le nostre radici... importante compito ben descritto in questa lirica brava ciao
  • Rocco Michele LETTINI il 06/09/2013 07:37
    Scusami del refuso: fritti = frutti...
    Però sarem fritti lo stesso se nessuno si piega a li terreni lavori.
  • Vincenzo Capitanucci il 06/09/2013 07:27
    Il vecchio contadino dalla vanga d'oro... lasciò ai suoi figli la sua terra... dicendo c'è un tesoro nascosto dentro... eccetera... eccetera... fino a scoprire che l'oro del terra era il lavoro...

    molto bella Caterina...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0