accedi   |   crea nuovo account

Solitudine

Al tramonto, sale
la marea dei ricordi e, si fa' invadente
affastellando gozzi e spiccioli Vitae
abbracciando
le ombre che gli ultimi bagliori
han sdraiato sulla battigia, il ricordo
della tua essenza olfattiva inonda
le autostrade ematiche e ridesta il desiderio
m'accorgo, d'esser solo con le onde
dei rigurgiti di retaggi decennali
che la solitudine ottunde, annebbia
quel briciolo di ratio fatto pozzanghera
ai miei piedi.

 

0
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Aurora il 16/10/2013 23:20
    molto densi questi versi che danno il senso e lo spessore alla solitudine verseggio ricercato e parole non comuni
  • Anonimo il 17/09/2013 15:49
    Versi di grande spessore che l'intensa emozione ha privato, sottolineandola, di razionale punteggiatura.
    Belli.
  • Raffaele Arena il 06/09/2013 22:31
    Di un'intensità notevole. Il sentimento del distacco da persone amate che ritorna, spiegato con una metafora realistica che rende tutta la poesia, a mio parere, molto, ma molto bella.

1 commenti:

  • Anonimo il 08/09/2013 12:16
    una meravigliosa metafora... la marea dei ricordi che sale a volte invadente ospite non gradita... eccellenti versi un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0