PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Felicità nascosta

Tu...

che come Giuda
hai tradito la mia fiducia e,
Simon Pietro...
Il mio intimo viver quotidiano.

Tormentata da un amore
finito nel nulla,
mi aggrappo alla speranza
che un giorno...
una nuova alba verrà
a rischiarare i giorni miei.

Potrò mai essere Felice?

Provo così
a soffocare le mie passioni
e dominare i miei desideri
vivendo in un limbo.

Navigando in un mare d'incertezze,
chiusa come un riccio
nel mio dolore.

Soffocata dai ricordi
e da un vortice di sentimenti a me sconosciuti...
apro la finestra
e scruto l'orizzonte
in cerca dei primi raggi di sole.

Quasi a voler
scovare certezze
in fondo al mio cuore.

Mi volto...
davanti allo specchio,
l'immagine di una donna virtuosa.

Mi spoglio dei miei vecchi vestiti
e nuda contemplo i miei pensieri.

Pochi attimi che sembrano un'eternità ...
e poi indosso un nuovo vestito
dai colori sgargianti.

Sono pronta!

Tu...

Che inconsciamente,
mi hai insegnato a guardare avanti.

Sappi che ora sono Felice!

Ho scoperto,
che si conosce l'amore
attraverso l'infelicità che procura...
che per la felicità misteriosa che diffonde
nella vita degli uomini.

Nel tuo errore...

Ho imparato ad Amare.

 

3
7 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 09/09/2013 09:16
    che bella!!!... condivisa e sentita, parecchi passaggi davvero emozionanti, complimenti
  • Anonimo il 08/09/2013 19:33
    Un susseguirsi di intense emozioni e sentimenti... bellissima brava!!
  • Giulia Aurora il 07/09/2013 15:09
    un pezzo di teatro quasi che ci fa riflette e scorgere le strade che ci fanno crescere e capire anche quando sono impervie e dolorose ben scritta brva
  • Vincenzo Capitanucci il 07/09/2013 14:26
    Bellissima Caterina... quasi a voler... scovare carezze in fondo al mio cuore.. queste carezze son le uniche vere certezze...
  • francesco scolaro il 07/09/2013 12:21
    Una riflessione sulle delusione ed amarezze che la vita ci propone specie in amore quando si trovano partner insensibili ai sentimenti; ed allora bisogna guardarsi allo specchio spogliarsi del vecchio che ci opprime e volare liberi come farfalle variopinte che danzano allegre nel profumo dei fiori che sbocciano dentro un prato verde.

7 commenti:

  • stella luce il 11/09/2013 16:54
    si conosce l'amore attraverso l'infelicità che procura...
    sono versi che sento molto vicini ed intensi e profondi... le storie finiscono e certo sempre si deve sperare in un nuovo raggio di sole... ma se tu puoi dire di conoscre l'amore attraverso il dolore che esso ti ha procurato ti invidio... l'amore non devo portare dolore...
  • Fabio Mancini il 09/09/2013 19:58
    "Potrò mai essere felice?" Una domanda forte, intensa, viscerale, soprattutto quando si viene traditi da chi invece dovrebbe amarci, proteggerci, coccolarci. Al confronto di molti uomini, Giuda Iscariota sembra un personaggio poetico e un po'patetico con quella sua triste e violenta fine. Ma il bello di tanti uomini contemporanei è la loro perversa infamità: il non pentirsi davanti ad una colpa grave e addirittura festeggiare subito dopo un omicidio. No, i vari Giuda e Ponzio Pilato sono stati superati abbondantemente per cattiveria e ferocia, forse solo Caifa resiste per durezza e determinazione. Un sorriso gentile, Fabio.
  • Anonimo il 09/09/2013 09:03
    Domande legittime ed importanti, restano quelle esternate dall'autrice, dopo essere stata tradita. Solo il tempo e, la vita stessa, potranno rispondere a tale quesito, indicando la via per la FELICITA' NASCOSTA.
  • loretta margherita citarei il 08/09/2013 03:30
    intensa poesia,, mi piace il tuo stile
  • Anonimo il 07/09/2013 18:22
    Bellissima Caterina... Ricca di spunti, riflessioni, sentimento...
  • Rocco Michele LETTINI il 07/09/2013 13:12
    Mi spoglio dei miei vecchi vestiti
    e nuda contemplo i miei pensieri.

    UN DISTICO CHE NEL RIEVOCARE LE TRISTEZZE QUOTIDIANE TROVA IL MODO DI RIFLETTERE PER RITROVARSI IN SERENO CHE NON TARDERA'...
  • Anonimo il 07/09/2013 12:44
    A volte si soffre per le delusioni, ma ogni sofferenza prima ti fa male e poi ti fortifica. COmplimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0