accedi   |   crea nuovo account

Fingo te

Col notti al"occidio
fingo te
vestita di rosso
formosissima, che fosti donna.

Il Tuo camino
insieme, con timballi
la pia, puela
sempre un passo avanti.

Sei alma della mia mente
rorida sono mia labra,
solo a pensarti.
Ti prego! Atendi dal Olimpo
e nomati uno inesperto

Venturoso sono io
che ti puo avere

 

2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/09/2013 09:53
    Una lirica che esprime l'audacia dell'autore adoperata per cogliere quel desiderio, che, lo spinge ad avventurarsi nel cuore dell'amorevole questione.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0