username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il mostro

Per l'ennesima sera, ritorni
nel suo letto, con respiri lentissimi
e singhiozzanti. Lui è li, accanto a te,
senza ragione alcuna. Quell'essere così
spregevole non può essere l'uomo, del
quale ti sei innamorata. Un filo di odore non sempre
quello giusto, la rabbia lo pervade
Medico, avvocato, consigliere o
Contadino diverso è l'aspetto, ma non
la regressione sociale cui sono soggetti.
La comprensione di un amore,
che non esiste, se non nel sottobosco
culturale dell'inerzia e della paura.
La strategia per alienare il male, che ti
porta nell'isolamento e nella bassa stima
di te stessa, non esiste. Diventi l'ombra
di una donna, che non esiste più se non
nel ricordo, Domani non sarà un giorno
migliore se non spingi il freno, poco
anzi niente resterà di quella persona, che
eri. Dove il dolore percuote, persiste e permane
non può esserci vita.

 

0
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • stella luce il 10/09/2013 14:28
    versi che entrano dentro... il mostro è colui che impedisce di vivere di essere di comprendere e contringe chi forse per dobolezza non riesce ad opporsi... io vi ho letto questo e per ragioni diverse posso dirti e l'ho letta diverse volte ed ogni volta vi ho trovato amarezza e dolore... spero siano solo versi...

5 commenti:

  • Anonimo il 10/09/2013 20:16
    Un testo che fa molto riflettere e che, purtroppo, è di scottante attualità. Piaciuto ed apprezzato, nella sua stesura. Complimenti.
  • stella luce il 10/09/2013 19:19
    ... Hai una grande sensibilità per scrivere versi simili senza averli vissuti... io li sento dentro... molto brava...
  • Francesca Pellizzi il 10/09/2013 16:16
    Ringrazio tutti per i commenti. Stella si sono solo versi, versi di dolore che provo ogni qual volta accendendo la TV ascolto, che un uomo picchia la moglie, la maltratta o addirittura la uccide.
  • Anonimo il 10/09/2013 15:21
    molto bella... drammaticamente triste.. complimenti
  • loretta margherita citarei il 10/09/2013 14:44
    profonda prosa, di mostri ne esistono molti, piaciuta molto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0