accedi   |   crea nuovo account

I miei letti

Ne lo ire
pe' deserte vie,
tra li angioli
e li demoni,
a la fine
a no bivio
me trovai,
e tra la dritta
e la manca,
alternanza
non essendoci,
'nanzi più passo
non movetti,
e tra li eletti
li miei ultimi letti
recitai in detti.

 

1
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 10/09/2013 19:53
    E COME NON ELOGIARTI DON...
  • Anonimo il 10/09/2013 18:44
    Gli stili son vari e mutevoli: riuscire a possederne uno è cosa rara e preziosa. Se poi, questo fa addirittura parte del nostro essere, allora non ci saranno mai ultime parole al riguardo. Rem tene, verba sequentur
  • Anonimo il 10/09/2013 17:29
    era recensione scusa...

4 commenti:

  • Eugenia Toschi il 10/09/2013 20:11
    Un poetare con stile e bravura
  • Anonimo il 10/09/2013 17:28
    sono con paoletta... continua così ... stile inconfondibile
  • Anonimo il 10/09/2013 17:10
    ... continua così come hai sempre fatto Don!
  • Caterina Russotti il 10/09/2013 16:53
    Perché ultimi? Il tuo modo di scrivere è unico!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0