accedi   |   crea nuovo account

frammenti

Chi ha rotto lo specchio nel quale riflettevo la mia vita?
quale ignota forza ha frantumato il riflesso di ciò che ero?
Ora mi guardo perplesso.
Non è un dividere, è un moltiplicare!
Diverse angolazioni riflettono diverse immagini di me,
ed in ognuna sono io,
nella mia completezza,
nella mia integrità,
solo un po' più piccolo. più solo!
Basterà la mia forza a farmi vivere tutte queste vite?
Basterà il mio cuore per dare tanto amore?
Riuscirà la mia anima maledetta a sopportare tanto dolore?
Provo a raccogliere i cocci,
a riunire i pezzi,
ma non serve a nulla ormai.
Immagini di me si sovrappongono,
si accavallano,
nessuna è più uguale all'altra.
Perché hai permesso ciò?
Perché Ho permesso ciò?
Ora di me avrai solo una piccola parte,
e non è detto che sia la migliore.
Ora di me avrò l'insopportabile certezza
di essere solo un mucchio di frammenti a cui do vita.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 28/04/2008 13:20
    ... pessimista... il dolore ci annienta. Ma... c'è sempre un ma. Bella poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0