accedi   |   crea nuovo account

Un cielo adeguato

Giravolte in vortici densi
spinta da un vento che m'incontra a piedi nudi su passi dimenticati
inciampo in un'altezza cobalto.
La luna è l'unico riflettore puntato su di me,
vuoti in posizione embrionale.
A gambe chiuse partorisco ricordi che non piangono;
cianotico pensare.

 

1
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Ruben Reversi il 19/07/2009 00:56
    memoria nostalgia riflessione in versi intensi. brava. Ruben
  • Donato Delfin8 il 14/03/2009 13:22
    Nostalgia, riflessioni.
    Diversa dalle altre, particolare.
    Piaciuta.
  • Claudio Amicucci il 06/09/2007 16:16
    Un cielo denso di nubi strane, cianotiche, che vorresti ignorare, ma sono lì, come vuoti ricordi. Spero di averti interpretato bene! Ma che fine avevi fatto? Era un bel po' di tempo che non postavi. Ciao Claudio
  • Viola Smith il 04/09/2007 20:10
    Grazie Marilena,
    il tuo ragionamento è valido
  • marilena rimpatriato il 04/09/2007 15:32
    Mi associo a Riccardo: molto particolare. Mi hanno colpito le parole: "vuoto embrionale" e "cianotico pensare". Dà l'idea del disagio provato in un determinato momento al nascere di un pensiero che non trova le parole giuste per essere espresso. È giusta la mia interpretazione?
  • Viola Smith il 03/09/2007 12:29
    Grazie Riccardo
  • Riccardo Brumana il 02/09/2007 22:04
    molto particolare, mi è piaciuta tantissimo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0