PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Credevo d'impazzire

Credevo di conoscerlo
d'essermi persa tra la magia d'esso,
di conoscere ogni piccola parte
di quel grande sentimento
che rende bella anche la cosa più brutta
Ma non era così.
è bastato poco per distruggere tutto
e far scoppiare il cuore.
Sai perfettamente
che non puoi farci niente
mentre non capisci più niente.
Ti senti morire nel tuo dolore,
strappata via da ogni emozione
lasciando l'anima
che si tormenti senza proferire parole
perché non ammetti
quando finisce un 'amore.
... Adesso so quanto sei lontano

 

1
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 17/09/2013 10:36
    ... condivisa... ti capisco in tutto e per tutto... molto bella e malinconica...
  • Rocco Michele LETTINI il 16/09/2013 19:19
    Una storia finita porta dietro di sé le ruggini che fan piangere il cuore... e ci si accorge di quanto sia poi lontano l'affetto...
  • Antonio Garganese il 16/09/2013 19:00
    Non si deve impazzire per una storia finita, si chiude e basta. I tormenti, le sofferenze sono comprensibili ma devono durare pochissimo, si va avanti e si impara. Quel che non si impara mai, ma forse... è meglio così.

2 commenti:

  • Mario Bruno (Ciancia) il 29/09/2013 12:11
    Bella questa tua.
    L'amore: gioie e dolori.
    Sempre un piacere leggerti.
  • Caterina Russotti il 17/09/2013 14:00
    Le due facce di una medaglia chiamato amore... Ti può rendere felice, quanto ferire...
    Bellissima poesia.